Micael 2011

Note degustative: 
l’occhio è rubino tendente al porpora, l’unghia intonsa, il naso è di cenere, asfalto , salmastro, con note di carne e foglie di eucaliptus. Ma anche note di macchia, garrigue; il frutto è rosso, ciliegia, lampone. In bocca il velluto del tannino si distende pienamente lasciando il palato idratato; il calore alcolico è evidente; ritornano scure le note di corteccia, macchia mediterranea, sale, china, eucaliptus. Il vino è profondo e austero con un frutto presente ma che evolve già verso il sottobosco. Da servire a 18°C con cacciagione

Info tecniche

Nome commerciale: 
Micael
Vitigni: 
merlot
Terreno: 
calcareo-argilloso
Giacitura: 
terrazze collinari con esposizione sud, sud-ovest
Sesto d'impianto: 
1,70/1,60 x 0,70/0,60
Forma d'allevamento: 
cordone speronato/alberello a ventaglio
Piante per ettaro: 
8000
Produzione annua: 
tiratura limitata
Vinificazione: 
iin acciao con operazioni frequenti di follature, delestages, rimontaggi
Affinamento: 
barriques di rovere francese per 18 mesi